ART. 2 ATTIVITA’ E SCOPI: L’Associazione, che non ha fini di lucro, libera da condizionamenti ideologici, politici, religiosi ed economici, ha come scopo lo studio dell’origine e della evoluzione biologica, sociale e culturale dell’uomo e della sua futura sopravvivenza sul pianeta. Riconosce che l’attività didattica è inscindibile dalla attività di ricerca che insieme concorrono all’evolversi delle conoscenze scientifiche sulla nostra specie e della società umana. In particolare si propone, col ricorso al metodo interdisciplinare gli scopi seguenti: promuovere ogni forma di ricerca sulla Storia Naturale dell’Uomo (origine, dispersione passata e presente, adattabilità, sopravvivenza, riproduzione, comunicazione, cultura et alia); valutare i rischi ambientali e sanitari delle popolazioni umane attuali, individuando le problematiche e stimando al contempo le future potenzialità della specie umana sia a livello demografico che adattativo; realizzare pubblicazioni scientifiche per diffondere i risultati; mettere a punto una idonea metodologia di ricerca che, in coerenza coi canoni della scienza moderna, consenta di elaborare studi, lavori, piani, progetti riconducibili agli scopi sociali. L’Istituto garantisce autonomia nella organizzazione della ricerca sia per ciò che attiene ai metodi che ai temi, coopera con Enti pubblici e privati, Istituzioni, Associazioni e persone. Omissis.

ART. 3 PATRIMONIO E FINANZA: Omissis. ART. 4 ESERCIZI SOCIALI: Omissis.

ART. 5 CATEGORIE: I soci possono essere: a) soci fondatori, ossia coloro che hanno sottoscritto l’atto costitutivo dell’Istituto; b) soci ordinari, ossia le persone fisiche, interessate alla realizzazione delle finalità istituzionali, successivamente ammessi con le modalità stabilite dall’art. 6, comma 1°, e che si impegnano a corrispondere per tutta la permanenza del vincolo associativo la quota annuale fissata dal Direttivo; c) soci sostenitori, persone fisiche od Enti, Associazioni, Imprese, Istituzioni che oltre a pagare la quota di loro competenza, intendono sostenere le attività dell’Istituto mediante un contributo particolare concordato con il Consiglio Direttivo.

ART. 6 AMMISSIONE E DIRITTI DEI SOCI: Tutti i soci maggiorenni hanno diritto di voto attivo e passivo. I soci ordinari sono ammessi, previa domanda scritta avallata da due soci fondatori o ordinari, controfirmata dal Presidente ed approvata all’unanimità dai membri del Direttivo regolarmente costituito. I soci ordinari hanno diritto di voto attivo e passivo. I soci sostenitori sono ammessi previa domanda scritta avallata dal Presidente e subordinata all’approvazione unanime dei membri del Direttivo regolarmente costituito. Se trattasi di Ente munito di personalità giuridica la domanda deve essere sottoscritta dal legale rappresentante. E’ in facoltà del Direttivo ammettere soci sostenitori perpetui in relazione alla entità delle sovvenzioni, oblazioni o lasciti erogati a favore dell’International Institute of Humankind Studies (Istituto Internazionale per gli Studi dell’Uomo).

ART. 7 QUOTE SOCIALI: Tutti i soci sono tenuti al versamento di quote annuali. L’entità della quota associativa annuale è stabilita dal Direttivo e sottoposta alla approvazione dell’Assemblea.

ART. 8 PERDITA DELLA QUALITA’ DI SOCIO: La qualità di socio si perde per: dimissioni comunicate per iscritto al Presidente; esclusione pronunciata alla unanimità, con voto segreto, dall’Assemblea dei soci regolarmente costituita, e su proposta di almeno due componenti del Direttivo, nei confronti del socio che abbia tenuto un atteggiamento contrario, nella lettera e nello spirito, alle finalità riportate nel presente Statuto; assenza protratta ed ingiustificata (l’assenza si giustifica per lettera) per oltre due anni dalle attività degli organi collegiali; morosità che superi i due anni; decesso; la qualità di socio non è trasmissibile mortis causa.

ART. 9 ASSEMBLEA: Omissis. ART. 10 ASSEMBLEA ORDINARIA: Omissis. ART. 11 ASSEMBLEA STRAORDINARIA: Omissis.

ART. 12 CONSIGLIO DIRETTIVO: Il Consiglio Direttivo è l’organo di governo dell’Istituto ed è composto, per i primi 15 esercizi sociali successivi alla costituzione dell'Istituto, per almeno i due terzi dei propri componenti da soci fondatori. Esamina, propone ed approva tutte le iniziative reputate funzionali ed utili al conseguimento degli scopi sociali. L’elezione dei membri del Direttivo avviene secondo le modalità illustrate al successivo articolo 20. Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni dalla avvenuta elezione. Si compone di cinque membri tra i quali vengono eletti il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario, il Tesoriere, ed il Consigliere.

ART. 13 CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO: Omissis. ART. 14 COOPTAZIONE NEL CONSIGLIO DIRETTIVO: Omissis. ART. 15 PRESIDENTE: Omissis. ART. 16 VICEPRESIDENTE: Omissis. ART. 17 SEGRETARIO: Omissis. ART. 18 TESORIERE: Omissis.

ART. 19 ELEZIONI: Tutti i Soci sono elettori ed eleggibili. Omissis.

ART. 20 CENTRO DI CULTURA INTERDISCIPLINARE: L’Istituto sviluppa la propria attività sociale costituendo un Centro di Cultura Interdisciplinare ed internazionale, libero e indipendente da ogni interferenza di ordine ideologico, politico, religioso ed economico, attraverso la predisposizione di pubblicazioni, anche periodiche; promuovendo e curando l’effettuazione di studi e ricerche; attivando seminari e corsi di formazione, di aggiornamento e di specializzazione, anche professionale; organizzando cicli di conferenze e quant’altro verrà reputato opportuno al conseguimento degli scopi sociali. Il Centro potrà altresì acquisire incarichi di ricerca e di studi da istituzioni ed enti, sia pubblici che privati, previa stipula di appositi accordi e convenzioni autorizzati dal Direttivo. Il Centro, diretto dal Presidente dell’International Institute of Humankind Studies (Istituto Internazionale per gli Studi dell’Uomo) promuove settori e sezioni di studio, costituite da gruppi di studiosi impegnati in attività di ricerca, di didattica, di progettazione e di produzione di materiale da destinare alla pubblicazione. Questi settori, come i progetti di ricerca che l’Istituto promuove devono essere riconosciuti ed approvati dal Consiglio Direttivo salvo che lo stesso Consiglio deliberi di rimettere la proposta alla approvazione della Assemblea Generale. I progetti e le proposte sono raccolte dal Presidente che darà immediato riconoscimento della data di ricevimento al proponente mediante lettera raccomandata. Tuttavia la proposta od il progetto riceve il riconoscimento ufficiale e il patrocinio solo dopo l’approvazione da parte del Consiglio Direttivo. L’attività di ciascuna di tali Settori è organizzata e coordinata da un Direttore designato dal Presidente dell’International Institute of Humankind Studies (Istituto Internazionale per gli Studi dell’Uomo). Tali Settori, mantenendo comunque la propria appartenenza al Centro di Cultura interdisciplinare dell’International Institute of Humankind Studies (Istituto Internazionale per gli Studi dell’Uomo) potranno, col consenso del Direttivo, intrattenere rapporti di collaborazione per la ricerca, la didattica,la progettazione e la produzione di pubblicazioni scientifiche con Centri facenti capo ad altri Istituti od Associazioni. Il consenso del Direttivo dovrà essere periodicamente accordato sulla base di una relazione annuale che il Direttore della Sezione esporrà in occasione dell’Assemblea.

ART. 21 COMITATO CONSULTIVO: Il Comitato Consultivo (Advisory board) si compone di almeno tre studiosi di comprovata competenza e preparazione. E’ compito del Comitato Consultivo esprimere qualificati pareri scientifici sulle attività di ricerca e di studio condotte dall’Istituto.

ART. 22 MODIFICHE DELLO STATUTO: Omissis. ART. 23 REGOLAMENTO: Omissis.

ART. 24 DURATA, SOSPENSIONE E SCIOGLIMENTO: Omissis. ART. 25 NORMATIVA: Omissis.

Realizzazione Sito Web a cura di NextIdea S.r.l.